Il sistema BIKE SHARING BENEVENTO

Bike sharing BeneventoBike Sharing Benevento è un’idea nata per gioco che poi in futuro si tramuterà in una vera e propria attività commerciale imprenditoriale. Il nostro scopo sarà quello di offrire un nuovo servizio di trasporto, a disposizione dei cittadini, rappresentato da biciclette, da utilizzare per brevi spostamenti all’interno delle aree urbane; tutto ciò è inteso come alternativa sostenibile ai trasposti pubblici motorizzati e all’utilizzo di auto private, grazie anche all’ausilio della pedalata assistita.

Il focus del progetto riguarda quindi principalmente la promozione del servizio di bike sharing mediante una campagna di sensibilizzazione sul tema dell’ecosostenibilità mettendo in risalto i vantaggi derivanti per la salute e per l’ambiente. Bike Sharing Benevento avrà anche la possibilità di offrire gratuitamente il servizio di noleggio per brevi intervalli di tempo, o comunque a prezzi molto accessibili. In questo modo si riuscirebbe a ridurre il traffico nelle strade, il rumore e soprattutto l’inquinamento da polveri sottili nell’aria, e non ultimo risulta utile per risolvere il problema della distanza tra le fermate dei mezzi di trasporto pubblico, che spesso si trovano a una distanza poco agevole da percorrere a piedi nella città di Benevento.

In Bike Sharing Benevento gli utenti potranno acquistare un abbonamento annuale ad un costo di poche decine di euro e questo permetterà loro di prelevare le biciclette dalle stazioni di deposito meccanizzate. I primi 30 minuti in genere saranno gratuiti, successivamente il servizio costerà poche decine di centesimi ogni 30 minuti, ma le bici devono essere restituite in una delle stazioni sparse per la città entro le due ore, oppure l’abbonamento verrà disattivato in automatico.


UN PO’ DI STORIA…

Il BIKE SHARING (traducibile come “condivisione della bicicletta”, talvolta indicato come servizio di biciclette pubbliche) è uno degli strumenti di mobilità sostenibile a disposizione delle amministrazioni pubbliche che intendono aumentare l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici (autobus, tram e metropolitane), integrandoli tra loro (trasporto intermodale) e integrandoli dall’utilizzo delle biciclette condivise per i viaggi di prossimità dove il mezzo pubblico non arriva o non può arrivare.

Il bike sharing è stato introdotto per la prima volta nel 1965 in Olanda, paese dalla radicata cultura dell’utilizzo della bicicletta, e si è rapidamente diffuso in tutto il mondo soprattutto grazie anche ad una crescente sensibilità dei cittadini verso le problematiche legate alla sostenibilità ambientale e all’inquinamento.

Il servizio si è sviluppato e cresciuto in tutto il continente europeo, con una velocità impressionante negli ultimi anni, rivoluzionando il trasporto pubblico soprattutto nel Centro Europa, dove i climi più miti permettono ai cittadini di farne uso nell’arco di tutto l’anno.

bike sharing benvento Il-Bike-Sharing-in-Europa

Il bike sharing viene fornito a prezzo inferiore al costo di un biglietto dell’autobus, e l’investimento iniziale necessario per predisporre una flotta di biciclette e stazioni di deposito viene tuttavia coperto nel giro di pochi anni e permette ai comuni di sfuggire a lunghi periodi di scavi e ad approvazioni burocratiche necessarie per estendere le reti metropolitane. Gli utenti che utilizzano questo nuovo servizio, riescono a ridurre i costi legati al trasporto pubblico e hanno la chance di contribuire al miglioramento della salute del pianeta.

Il sistema di bike sharing europeo vuole infatti funzionare come un’alternativa low-cost ai mezzi di trasporto e non come servizio di tipo ricreativo/ludico. Si noti che la maggior parte dei programmi, tranne quello di Parigi, esclude dal servizio i turisti e gli utilizzatori giornalieri.


News sul Mondo Bike Sharing

Bikeitalia.it

Cicloturismo e ciclismo urbano

Più pedali, più telefoni: la nuova offerta di CoopVoce

Più pedali, più telefoni: la nuova offerta di CoopVoce
Bikeitalia.it

Presentata ieri, Chiama Tutti Bici è la nuova tariffa telefonica pensata per chi si muove in bici o a piedi tutti giorni. Si tratta di una tariffa all-inclusive promossa dall’operatore mobile virtuale CoopVoce che consente agli utenti di ricaricare il proprio credito di minuti e traffico dati disponibili semplicemente pedalando. L’offerta ha un prezzo molto [&hellip

Più pedali, più telefoni: la nuova offerta di CoopVoce
Bikeitalia.it

Posted: October 23, 2014, 9:53 am

Una nuova pista ciclabile di 90 km tra Croazia e Ungheria

Una nuova pista ciclabile di 90 km tra Croazia e Ungheria
Bikeitalia.it

Sono stati terminati nei giorni scorsi gli ultimi 4 chilometri della nuova pista ciclabile in prossimità del confine tra Croazia e Ungheria. Il nuovo percorso, della lunghezza complessiva di 90 chilometri, si snoda dalla cittadina ungherese di Pécs a quelle croate di Antunovac e Ivanovac. L’obiettivo del progetto, cofinanziato dall’Unione Europea attraverso il programma Hungary-Croatia [&hellip

Una nuova pista ciclabile di 90 km tra Croazia e Ungheria
Bikeitalia.it

Posted: October 22, 2014, 10:56 pm

Aprire un’attività in Cargo Bike: regolamento, spese e vantaggi

Aprire un’attività in Cargo Bike: regolamento, spese e vantaggi
Bikeitalia.it

Ho una cargobike, un’idea e ho partita Iva. La cargobike la uso quotidianamente, con due bambini e tre anni di utilizzo penso di aver ammortizzato la spesa iniziale. Ma ho deciso di sfruttarla al massimo e vi annuncio che proverò ad aprire un micro-negozio in Cargo Bike. In questi anni sono aumentate le richieste di [&hellip

Aprire un’attività in Cargo Bike: regolamento, spese e vantaggi
Bikeitalia.it

Posted: October 22, 2014, 5:20 am

Bikeworks: come ti cambio la vita con la bicicletta

Bikeworks: come ti cambio la vita con la bicicletta
Bikeitalia.it

Bikeworks è un’azienda non profit con sede a Londra che utilizza la bicicletta come strumento per combattere le sfide sociali e ambientali all’interno della propria comunità. La missione? cambiare attivamente la vita delle persone e offrire esperienze positive attraverso l’uso della bici. “Con i nostri programmi, ci poniamo l’obiettivo di di utilizzare la bici come [&hellip

Bikeworks: come ti cambio la vita con la bicicletta
Bikeitalia.it

Posted: October 21, 2014, 11:37 pm

Il desiderio di non essere in una Critical Mass: lettera aperta a Francesco Piccolo

Il desiderio di non essere in una Critical Mass: lettera aperta a Francesco Piccolo
Bikeitalia.it

Gentile Francesco Piccolo, sono un suo lettore ed estimatore di molti dei suoi libri. Momenti di trascurabile felicità mi è davvero piaciuto, e la recente premiazione de Il desiderio di essere come tutti al Premio Strega 2014 la ritengo più che meritata, nel complesso. Però devo dirle che questo passo presente nel libro non l’ho [&hellip

Il desiderio di non essere in una Critical Mass: lettera aperta a Francesco Piccolo
Bikeitalia.it

Posted: October 20, 2014, 11:43 pm

Pannelli solari per cicloturismo

Pannelli solari per cicloturismo
Bikeitalia.it

Il cicloturismo è un’attività con molti vantaggi e benefici, che i lettori di Bikeitalia conoscono bene. Fra questi possiamo annumerare anche il fatto che andare in vacanza in bici aiuta a purificarsi dal “logorio della vita moderna”, staccando la spina a computer tablet smartphone e smartwatch. Spegnere questi aggeggi per qualche giorno ci aiuta a [&hellip

Pannelli solari per cicloturismo
Bikeitalia.it

Posted: October 20, 2014, 11:43 pm

Hai alzato il gomito? Uber riporta a casa te e la bici

Hai alzato il gomito? Uber riporta a casa te e la bici
Bikeitalia.it

Uber, il servizio di taxi sharing tramite l’uso di applicazione web, ha introdotto a Seattle il programma UberPedal, che consente di caricare in auto fino a due biciclette. Gli utenti che desiderano usufruire del servizio dovranno selezionare la scheda “Promotions” dell’app ed inserire il codice “Pedal” per consultare i veicoli a disposizione. Le vetture sono [&hellip

Hai alzato il gomito? Uber riporta a casa te e la bici
Bikeitalia.it

Posted: October 20, 2014, 11:43 pm

Noi ciclisti: analisi semiseria di come siamo

Noi ciclisti: analisi semiseria di come siamo
Bikeitalia.it

Abbiamo una cosa in comune: l’amore per la bicicletta ma siamo come siamo. Diversi. Perché è diverso il modo di intendere, approcciare, sentire, usare la bici. Uno a tennis gioca a tennis: usa una racchetta più o meno costosa e sofisticata, è più o meno bravo ma sostanzialmente gioca a tennis. Chi ama le biciclette [&hellip

Noi ciclisti: analisi semiseria di come siamo
Bikeitalia.it

Posted: October 20, 2014, 7:32 am

Sesso: chi va in bici lo fa meglio

Sesso: chi va in bici lo fa meglio
Bikeitalia.it

Su queste pagine vi abbiamo già raccontato che i ciclisti sono più sani, più fighi e intelligenti della media, che chi va in bici è più produttivo al lavoro, che chi va in bici respira meno agenti inquinanti e adesso si scopre anche che chi va in bici è anche potenzialmente un campione dell’arte amatoria. [&hellip

Sesso: chi va in bici lo fa meglio
Bikeitalia.it

Posted: October 20, 2014, 7:03 am

Grazie Eroica

Grazie Eroica
Bikeitalia.it

Suona la sveglia, sono le 4 del mattino! Con movimenti lenti ma consolidati nel tempo compiamo i gesti che ogni mattina accompagnano il nostro risveglio: un paio di madonne per l’orario impossibile, il lavaggio dei denti e della faccia, la vestizione. Da fuori sentiamo già il passaggio frettoloso di auto dirette giù in paese. Colazione [&hellip

Grazie Eroica
Bikeitalia.it

Posted: October 17, 2014, 12:20 pm